Parla con un esperto!

Chiamaci al numero
800 788 660

Il tessuto del cordone ombelicale: un componente vitale

embryo and cord tissueIl tessuto del cordone ombelicale potrebbe diventare un componente vitale per la cura futura di molte malattie. Il cordone ombelicale è cruciale per la vita di un neonato in grembo, ma spesso dopo la nascita viene eliminato subito, assieme agli altri materiali placentari ormai apparentemente inutili. I ricercatori che quotidianamente lavorano in questo campo sono concordi nel dire che il tessuto del cordone ombelicale potrebbe diventare un componente vitale per la cura futura di molte malattie che per anni il campo della medicina ha cercato di combattere.
Le cellule staminali mesenchimali (MSC) del tessuto del cordone ombelicale sono più giovani e vengono considerate una risorsa superiore rispetto alle MSC del midollo osseo. Le cellule più giovani hanno una migliore capacità di moltiplicarsi e di differenziarsi rispetto a quelle più vecchie del donatore.
Il tessuto del cordone ombelicale può essere conservato presso la nostra banca in modo analogo a quello del sangue cordonale. Anche se al momento il mercato non offre molte opzioni di conservazione del tessuto del cordone ombelicale, i ricercatori e i medici concordano sul fatto che il mercato sarà pronto ad espandersi non appena la consapevolezza della potenzialità di questa risorsa si sarà sviluppata maggiormente.

I vantaggi del tessuto del cordone ombelicale quale fonte di cellule staminali mesenchimali

Le cellule staminali mesenchimali (MSC) possono essere isolate da molti tessuti, quali il midollo osseo, il tessuto adiposo, il cordone ombelicale, ecc. Tuttavia, come fonte di cellule staminali mesenchimali il tessuto del cordone ombelicale ha maggiori vantaggi rispetto ad altri tessuti:

  • Il cordone ombelicale viene sistematicamente eliminato dopo il parto, di conseguenza le MSC di questo tessuto non sollevano alcuna controversia etica rispetto alle questioni etiche legate alle cellule staminali embrionali.
  • Il processo di raccolta è facile, indolore e privo di rischi.
  • Il numero delle cellule, il maggiore potenziale di differenziazione e la maggiore velocità di divisione rispetto alle MSC derivanti dal midollo osseo. La grande quantità di cordone ombelicale e la facilità di manipolazione fisica incrementano la raccolta di MSC. Inoltre, è risaputo che la capacità delle cellule MSC di proliferare diminuisce con l’età del donatore. Il numero di cellule staminali mesenchimali presenti nel midollo osseo diminuiscono da 1 cellula staminale mesenchimale per 10’000 cellule mononucleate del midollo osseo nei neonati a 1 per 100’000 negli adolescenti, a 1 per 1’000’000 negli adulti.
  • Grazie alla presenza della barriera placentare, le MSC del cordone ombelicale sono meno soggette ad infezioni batteriche e virali rispetto a quelle isolate dal midollo osseo, dal tessuto adiposo e dal sangue periferico.
  • Soprattutto, il cordone ombelicale può contenere un maggior numero di cellule staminali dotate di maggiori potenzialità, grazie alla sua comparsa durante il primo periodo dello sviluppo ontogenetico.

Inoltre, il sangue del cordone ombelicale contiene cellule staminali mesenchimali. Tuttavia, il numero delle cellule staminali mesenchimali negli adulti è di 1’000-5’000 per centimetro cubo di sangue del cordone ombelicale e di 10’000-15’000 per centimetro cubo di tessuto del cordone ombelicale. L’efficienza dell’elaborazione e dell’isolamento delle cellule staminali mesenchimali derivanti dal tessuto del cordone ombelicale è del 100%, rispetto al 63% di quelle derivanti dal sangue del cordone ombelicale.