Parla con un esperto!

Chiamaci al numero
800 788 660

Il sangue del cordone ombelicale e le cellule staminali

taking umbilical cord bloodIl sangue cordonale, o sangue del funicolo ombelicale, è il sangue prelevato dal cordone ombelicale del neonato e dalla placeenta subito dopo il parto.
Il sangue cordonale contiene alte concentrazioni di cellule staminali. Da queste cellule si sviluppano le nuove cellule ematiche, del sistema immunitario e dei tessuti dei vari organi. Le cellule staminali cordonali producono dunque gli elementi cellulari necessari per il sangue e il sistema immunitario. Quando le cellule staminali presenti nel cordone ombelicale vengono trapiantate nei pazienti esse possono contribuire a ripristinare il sistema immunitario e sanguigno in modo da combattere le patologie e sostituire il sangue malato.

Studi recenti hanno dimostrato che il sangue cordonale ha dei vantaggi unici rispetto ai trapianti di midollo osseo tradizionali, soprattutto nei bambini, e nei casi rari in cui non vi sia un donatore di midollo osseo compatibile può salvare la vita. Circa il 50% dei pazienti che necessita di un trapianto di midollo osseo non troverà subito un donatore compatibile. In alcuni casi potrebbero sussistere dei problemi medici in merito all’autotrapianto delle proprie cellule staminali, oppure potrebbe esserci un numero insufficiente di proprie cellule staminali da autotrapiantare e dunque le cure necessiteranno di cellule di un donatore esterno quasi sempre senza legami di parentela. Tuttavia, gli studi hanno dimostrato che le cellule staminali presenti nel cordone ombelicale possono essere utilizzate anche per i fratelli o altri membri della famiglia in caso di accertata compatibilità. La probabilità di compatibilità nei trapianti di cellule staminali cordonali fra fratelli raggiunge anche il 75%, ma non solo, infatti, le cellule staminali cordonali possono essere trapiantate ai genitori (raggiungendo una probabilità di compatibilità del 50%) e ai nonni.

Come viene raccolto il sangue del cordone ombelicale?

La raccolta del sangue cordonale è semplice, indolore e non implica alcun rischio per il neonato. Subito dopo il parto il cordone ombelicale viene clampato e il neonato viene separato dal cordone. A questo punto l’ago legato alla sacca di raccolta viene inserito nella vena del cordone ombelicale. Il sangue cordonale e placentare viene estratto per gravità e fluisce nella sacca di raccolta. La sacca è dotata di un anticoagulante che previene la coagulazione del sangue prima che raggiunga il nostro laboratorio. A differenza della tradizionale raccolta di midollo osseo, che solitamente richiede l’anestesia generale e un ricovero ospedaliero, il processo di raccolta del sangue cordonale non è invasivo, è indolore e generalmente dura solo 3-5 minuti. Una volta completata l’iscrizione Salveo fornirà prima della data del parto un kit di raccolta e sarà sufficiente portare con voi il kit in ospedale affinchè dopo il parto il medico o l’ostetrica procedano al prelievo del sangue cordonale.